Sponsorizzazione tecnica di spazi urbani

Le proposte e le offerte di sponsorizzazione possono riguardare ogni spazio urbano e devono essere esclusivamente di natura tecnica, cioè interventi riguardanti esecuzione di lavori, forniture e servizi per la rigenerazione e riqualificazione di spazi urbani.

La sponsorizzazione, rivolta a tutti i soggetti pubblici e privati in possesso dei requisiti generali di idoneità morale e tecnica previsti per legge, può tradursi in:

  • presentazione di proposte
    per la realizzazione di progetti di riqualificazione e rigenerazione urbana di spazi pubblici della città
  • presentazione di offerte
    su appositi progetti per i quali è stata indetta selezione mediante pubblicazione di schede tecniche progettuali di dettaglio.

Al momento non vi sono avvisi pubblicati.

Il Comune di Milano riconoscerà allo Sponsor il ritorno d’immagine come segue:

  • possibilità di veicolare il proprio logo/marchio/ragione sociale secondo modalità e in spazi concordati con l’Amministrazione anche attraverso collettori di Sponsor. Tutti i materiali di comunicazione saranno realizzati a spese e cura dello Sponsor, previa visione da parte del Comune di Milano
  • visibilità/citazione del logo/marchio/ragione sociale nelle campagne di comunicazione connesse al progetto (conferenze stampa, manifesti, opuscoli ecc.)
  • inserzioni pubblicitarie (sui giornali e nelle trasmissioni radio, sulle pagine web ecc.)
  • possibilità, previo assenso dell’Amministrazione, di utilizzare lo status di Sponsor nelle proprie campagne di comunicazione
  • esposizione di totem/installazioni temporanei identificativi dell’intervento/evento e degli Sponsor
  • possibilità di organizzare eventi, previa acquisizione delle autorizzazioni/concessioni necessarie
  • possibilità di associare il brand all’area specifica sulla base delle indicazioni e delle valutazioni dell’Amministrazione comunale.

Il valore del ritorno di immagine è stimato applicando la metodologia di calcolo deliberata dalla Giunta comunale (vedere Allegati).

L’Abaco rappresenta la raccolta in via esemplificativa di interventi di rigenerazione e riqualificazione urbana di alcuni ambiti cittadini che possono essere oggetto di proposta di sponsorizzazione tecnica nonché di apposita indizione di selezione pubblica per offerte di sponsorizzazione con la pubblicazione di schede progettuali di dettaglio (vedere Allegati).

L’Amministrazione ha introdotto un modello sperimentale (vedere Allegati) che definisce il valore comunicativo dell’ambito di riferimento scelto per il ritorno di immagine, da congruire con il valore della Sponsorizzazione.

La metodologia ideata ha carattere innovativo poiché per la sua introduzione è stato utilizzato un approccio tipico del settore privato e del mercato della comunicazione per la valutazione, unica nel suo genere, del valore comunicativo di un ambito cittadino pubblico considerato nel suo aspetto globale. È uno strumento che accede ad una visione di spazio cittadino multimediale e non solo fisico, tale per cui il ritorno dello Sponsor viene calibrato sul valore promozionale dell’ambito e non sul valore dell’intervento dello Sponsor.

Il Modello si basa sull’incrocio di fattori esterni ed oggettivi: indicatori demografici; indicatori di mobilità dell’area; indicatori di reddito; valori immobiliari.

Il Modello avrà funzione di direttrice nell’individuazione dei valori che potranno essere eventualmente modulati, corretti e mitigati in presenza di comprovati fattori oggettivi che impongano una loro ridefinizione ai fini della sostenibilità nell’ambito delle relative procedure, anche con riferimento alle risposte del mercato.

  • Pec

Le proposte dovranno essere presentate all’Unità Coordinamento e Gestione Sponsorizzazione nell'ambito della Direzione Specialistica Autorità di Gestione e Monitoraggio Piani.

Iter della proposta

  1. Le proposte ricevute saranno esaminate da un gruppo di lavoro tecnico, che verificherà la coerenza con le finalità strategiche dell’Amministrazione, il valore dell’intervento o delle iniziative prospettati nonché la congruità del loro valore con quello del potenziale ritorno di immagine offerto dall’area da sponsorizzare;
  2. il gruppo di lavoro tecnico comunicherà al proponente le risultanze della valutazione preliminare, con eventuale indicazione di adeguamenti e modifiche della proposta e con richiesta di presentazione di quella definitiva entro il termine di giorni 45, pena la decadenza della proposta medesima.

Il proponente potrà svincolarsi dalla propria proposta dopo 180 giorni dalla sua presentazione in caso di mancata assunzione di atti da parte dell’Amministrazione.

Presenza di più proposte concorrenti

  • Qualora vengano presentate una o più proposte in stretta concorrenza, il gruppo di lavoro tecnico valuterà la migliore proposta presentata;
  • successivamente si procederà alla selezione dello Sponsor tramite Avviso di ricevimento proposta di sponsorizzazione, pubblicato per non meno di 30 giorni sul sito del Comune, in cui saranno indicate caratteristiche e prestazioni della proposta ricevuta. Il proponente originario avrà la facoltà di adeguare la propria proposta alla miglior offerta eventualmente pervenuta entro il termine stabilito nell’Avviso.
     

Accedi al servizio

Inviare la modulistica predisposta all’indirizzo PEC
susap@pec.comune.milano.it

  • Sportello

Le offerte di sponsorizzazione potranno essere presentate solo:

  1. dopo l’indizione di una selezione pubblica
  2. mediante la pubblicazione di specifiche schede tecniche integrative progettuali di dettaglio, in base alle regole contenute, alla modulistica ed alle eventuali prescrizioni riportate nelle schede medesime.
     

Accedi al servizio

Consegnare il plico di gara a
Protocollo dell’Area Pubblicità e Occupazione Suolo Pubblico
largo De Benedetti, 1 - 20140 Milano

solo dopo l’indizione della selezione pubblica e secondo le modalità dell’Avviso di selezione.

Per informazioni:
email DS.StaffMonitoraggioPiani@comune.milano.it
tel. 02 884.56069 - DS Autorità di Gestione e Monitoraggio Piani - Segreteria di Direzione
 

Legge 449/1997 e s.m.i., articolo 43
D.lgs. n.267/2000 s.m.i., articolo 119
D.lgs. n. 50/2016 e s.m.i., articoli 4, 19, 80

Argomenti: 

Aggiornato il: 25/11/2022