null Presentazione del libro Orrido Familiare di Giorgio Franzaroli

Presentazione del libro "Orrido Familiare"

05 ott 2021
Presentazione libro

Scavando nella memoria della sua famiglia, Giorgio Franzaroli dà vita a una graphic novel che si inserisce in quella linea dei memory and trauma studies inaugurata da scrittori e artisti che non hanno vissuto in prima persona i traumi e le violenze della Seconda guerra mondiale, ma che le conoscono grazie alle esperienze personali di nonni e genitori. 

Presentazione del libro \

A Montese, piccolo comune arroccato sull’Appennino modenese, al centro di quella che fu la Linea Gotica, c’è la casa dei nonni, la casa dei boschi e delle lucciole. In un mattino del 1977, il piccolo Giorgio Franzaroli e il padre vanno a raccogliere legna e si imbattono in una grotta servita da rifugio durante i bombardamenti degli Alleati, scavata proprio dal nonno Riccardo.
Da qui prende forma il racconto mozzafiato di quegli anni implacabili: i bombardamenti, l’occupazione tedesca, e ancora prima l’esperienza istriana, quando Riccardo lavorava ad Arsia come minatore, pagando con le mansioni più pericolose e umili il rifiuto di prendere la tessera del partito fascista.
Evocate da disegni straordinari affiorano le discriminazioni e le persecuzioni sempre più feroci verso i croati e l’amarezza di essere improvvisamente considerati delatori dagli amici – per il semplice fatto di essere italiani, dunque “occupanti”. Il bianco e nero di Giorgio Franzaroli restituisce con un segno incalzante e visionario il freddo, la fame, la paura dei bombardamenti, l’odore della morte, la speranza di una vita libera, in una incalzante cronologia che mischia i fatti privati con quelli della grande Storia.

Insieme all’autore intervengono Igor Pizzirusso, dell’Istituto nazionale Ferruccio Parri e Luigi Bona, direttore del Museo del Fumetto di Milano.

GIORGIO FRANZAROLI, bolognese, frequenta appena quindicenne il corso di fumetto “Zio Feininger”. Terminati gli studi, scrive sceneggiature e fumetti per ragazzi, tra cui Cattivik e Lupo Alberto. Ha collaborato come autore satirico per vari quotidiani e riviste: Frigidaire, Comix, l’Unità, Cuore, Linus e Il Fatto Quotidiano, per cui disegna vignette e storie brevi a tema satirico-politico.