Dichiarazione Tari: occupazione di appartamenti e immobili

Il calcolo Tari è determinato dalla situazione abitativa/immobiliare. 

Ogni cambiamento della situazione abitativa incide sulla tariffa Tari e richiede la presentazione della dichiarazione di nuova occupazione, di cessazione di occupazione, di variazione del numero di occupanti non residenti o di metratura.

I dati dichiarati hanno effetto sul calcolo Tari a partire dal bimestre successivo a quello in cui ha avuto inizio il possesso dell’immobile.

Se acquisiti o affitti nuovi appartamenti/immobili

  • dichiara l’occupazione entro 90 giorni 
  • se ti stai trasferendo in un nuovo appartamento/immobile, devi dichiarare anche la cessata occupazione di quello che lasci altrimenti continuerai a ricevere l’avviso di pagamento Tari anche per l’immobile che hai lasciato
  • se non risiedi a Milano o se l'immobile non è occupato, il numero di occupanti è determinato d'ufficio in due persone. Se il loro numero effettivo è diverso, è indispensabile specificarlo nella dichiarazione
  • se non indichi i dati catastali degli immobili puoi incorrere in una sanzione amministrativa da € 100 a € 400.

Se hai un’utenza domestica

  • devi dichiarare gli immobili destinati ad abitazione e specificare se si tratta di abitazione principale, secondaria o altro
  • per box, posti auto, cantine e solai devi specificare se sono collegati all’abitazione principale - pertinenze - oppure se si tratta di immobili accessori
    - cantine e solai sono di pertinenza dell’abitazione principale se risultano accatastati con l’appartamento
    - se sono accatastati separatamente, vengono considerati pertinenziali solo se sono situati nella stessa via e civico dell’abitazione principale e se la loro superficie è inferiore al 25% della superficie dell’unità principale
    - si considera pertinenza dell’abitazione una sola unità immobiliare utilizzata come box o autorimessa.


Se hai un’utenza non domestica

  • devi dichiarare le unità immobiliari destinate alle attività commerciali, industriali, artigianali, professionali, specificando il tipo di attività svolta
  • devi dichiarare anche le eventuali aree scoperte e i locali riservati stabilmente ad impianti tecnologici.

Anche per gli immobili non abitati perché in fase di ristrutturazione, la dichiarazione di possesso è richiesta entro 90 giorni.

Per beneficiare della riduzione dell'importo prevista in questi casi, è opportuno dichiarare la comunicazione di inizio lavori asseverata (Cila) contestualmente al possesso. Al termine della ristrutturazione dovrai inviare la dichiarazione di fine lavori.

Accedi al servizio

Accedi con SPID o CIE e presenta la dichiarazione.

Accedi al servizio

Invia la documentazione a
tassarifiuti@pec.comune.milano.it

Indica:

  • nell'oggetto del messaggio
    TARI Dichiarazione (occupazione, variazione o cessazione) - anno del tributo - codice fiscale del soggetto - denominazione/ragione sociale
  • nel nome dell'allegato
    TARI Dichiarazione (occupazione, variazione o cessazione) - anno del tributo - denominazione/ragione sociale

Invia la documentazione a
tassarifiuti@comune.milano.it

Indica:

  • nell'oggetto del messaggio
    TARI Dichiarazione (occupazione, variazione o cessazione) - anno del tributo - codice fiscale del soggetto - denominazione/ragione sociale
  • nel nome dell'allegato
    TARI Dichiarazione (occupazione, variazione o cessazione) - anno del tributo - denominazione/ragione sociale

Per consegnare la documentazione a mano è indispensabile fissare un appuntamento presso:

Invia la documentazione con raccomandata A/R a
Servizio Tassa Rifiuti
via Silvio Pellico, 16 - 20121 Milano

Le dichiarazioni inviate con questa modalità saranno considerate presentate nel giorno di spedizione.

Argomenti: 

Aggiornato il: 18/11/2021